10:30 - 19:30

Lunedì - Venerdì

Via dell’Archivio di Stato, 15

00144 Roma

333.6476840

Confronta gli annunci

Il regolamento di Condominio

Il regolamento di Condominio

La Riforma, dopo 70 anni le nuove regole per la vita in condominio.

Il regolamento di Condominio entrato in vigore con la riforma del Codice Civile del 2014 ha modificato le regole della vita condominiale con l’obiettivo di mettere in ordine uno degli aspetti più dibattuti della vita in comune del nostro Paese fonte prolifica di liti.

Maggiore specializzazione professionale per gli amministratori, nuove e più sostanziose multe per chi non paga le spese condominiali, l’opportunità di staccarsi dall’impianto di riscaldamento centralizzato, non potrà più essere vietato tenere animali in casa; questo e molto altro le novità.

Il Regolamento di Condominio: l’amministratore

L’amministratore dovrà essere diplomato e aver frequentato un corso di formazione professionale; il contratto che lo lega al condominio potrà avere una durata massima di due anni, potrà essere rinnovato, ma potrà anche essere licenziato prima della scadenza del mandato in caso d’irregolarità fiscali.    Tra i suoi compiti quello di incaricarsi dell’apertura di un conto corrente del condominio del quale tutti gli abitanti dovranno essere a conoscenza delle finanze del palazzo; l’amministratore potrà aprire, in accordo con l’assemblea, un sito web del condominio accessibile ai soli residenti che potranno controllare spese e rendiconti. Nel momento in cui otterrà l’incarico, l’amministratore dovrà portare una polizza assicurativa di responsabilità civile che copra le azioni da lui compiute durante il mandato la cui spesa è a carico del condominio. La nuova riforma prevede che spetti all’amministratore occuparsi di tutti gli adempimenti fiscali del condominio, così come stabilito dal Codice Civile nell’articolo 1130, senza che per questi adempimenti siano previste compensazioni economiche oltre a quello già stabilito al momento della nomina. Rientra nei compiti dell’amministratore anche la compilazione e l’aggiornamento costante dell’anagrafe del condominio.

Il Regolamento di Condominio: Le altre novità

Animali domestici: Cani, gatti, criceti e altri animali, il nuovo regolamento ha stabilito che non possa più essere vietato tenere animali in casa;

Ci si potrà staccare dal riscaldamento centralizzato senza aver bisogno dell’autorizzazione dell’assemblea, ma si deve però continuare a pagare la manutenzione straordinaria dell’impianto di riscaldamento centralizzato.

Eliminare le barriere architettoniche del palazzo che dovranno essere approvati in un’assemblea con presenti condomini che possiedano almeno 1/3 dei millesimi complessivi e che sia approvato dalla metà degli stessi;

Cambi di destinazioni d’uso di locali comuni del fabbricato, tipico esempio è quello dell’abitazione del custode, dovranno essere autorizzati da almeno 4/5 dei condomini.

Installazioni sia dell’impianto di videosorveglianza sia di sistemi per produrre energie alternative, eoliche o solari, cambiano le percentuali necessarie di persone residenti nel condominio per approvare le delibere;

Le delibere dell’assemblea potranno essere impugnate per annullare quanto deciso anche da parte dei condomini che si sono astenuti al momento della votazione;

Diviene un obbligo, la mediazione qualora sorgano controversie; aumentano le sanzioni per i condomini che violino le regole del palazzo;

Per i morosi la nuova legge stabilisce che l’amministratore potrà decidere l’ingiunzione di pagamento senza passare dall’assemblea e qualora la condizione di morosità durasse più di sei mesi, potrà sospendere il condomino dai servizi comuni.

 

Post correlati

Vendere l’usufrutto. Quando si può e come.

Vendere l'usufrutto è una ulteriore possibilità del proprietario di monetizzare il suo immobile...

Continua a leggere
di supporto

Adeguamento Istat per gli affitti. Diritti e doveri di inquilino e proprietario.

Adeguamento Istat per gli affitti: Cosa fare alla scadenza annuale del contratto se la richiesta...

Continua a leggere
di supporto

Occupare la strada per parcheggiare è lecito?

Occupare la strada (che è suolo pubblico) per parcheggiare, con oggetti di vario genere a scopo...

Continua a leggere
di supporto

Partecipa alla discussione