10:30 - 19:30

Lunedì - Venerdì

Via dell’Archivio di Stato, 15

00144 Roma

333.6476840

Confronta gli annunci

Incarico in esclusiva: i vantaggi per il proprietario

Incarico in esclusiva: i vantaggi per il proprietario

Incarico in esclusiva: i pro e i contro. A chi conviene?

L’ incarico in esclusiva di mediazione per la vendita di un immobile è un accordo scritto tra Proprietario e Agente Immobiliare che prevede che l’unico a potersi occupare della vendita, per il periodo di tempo stabilito, è l’Agente Immobiliare incaricato.

Perché l’agente vuole lavorare con l’Incarico in esclusiva?

L’agente si sente gratificato sotto l’aspetto professionale per la piena fiducia che ottiene dal venditore e inoltre perché rappresenta l’unica “garanzia” del ritorno dell’investimento che fa per promuovere al massimo la vendita e concluderla per la soddisfazione del cliente.

Perché inizialmente non si vuole vuole conferire un Incarico in esclusiva? 

Lo svantaggio di conferire un incarico in esclusiva, secondo il Proprietario, sarebbe quello di affidarsi ad un unico Agente riducendo così le probabilità di concludere l’affare a condizioni migliori.  Così facendo dimostra di non riconoscere l’importanza del lavoro dell’Agente a cui non intende affidarsi completamente e, magari, perché si sente capace di usare la pratica del “fai da te”, salvo ripensarci dopo il tempo perso.

Quali sono i concreti vantaggi per l’agente? 

Con l’incarico in esclusiva l’agente sa di poter lavorare con fiducia e quindi programma l’investimento di somme maggiori per pubblicizzare la vendita riducendo al minimo la probabilità di non riuscire a portare a termine quanto gli è stato affidato.  Altro vantaggio è quello di avere una penale che tutela il suo lavoro e l’investimento economico che deve fare.

Quali sono i vantaggi per il Proprietario? 

Il Proprietario se da fiducia a un solo Agente ha molteplici vantaggi: – ha un unico interlocutore che gli fornisce un rendiconto periodico riguardo l’attività svolta e all’andamento del mercato; – la certezza di non dover pagare spese se la compravendita non si concludesse (l’agente a fronte di un incarico in esclusiva si fa carico delle spese pubblicitarie ecc.. rinunciando al suo diritto di rimborso); – ha, soprattutto, la certezza che il suo immobile è realmente promosso al meglio possibile poiché l’Agente, avendo tutto l’interesse a chiudere l’affare per guadagnare la provvigione, è ben disponibile a collaborare con i Colleghi per cui aumentano le probabilità di vendita; – studia la documentazione e si attiva a far sì che tutto sia in ordine fino all’atto notarile.

Cosa conviene quindi agli agenti e ai Proprietari venditori? 

Ai Proprietari: – di affidarsi ad un solo Agente servendosi appieno dei suoi servizi professionali e di marketing; – essere consapevole che un’esclusiva comporta da parte dell’Agente il miglior lavoro possibile perché egli ha tutto l’interesse a portare a termine il lavoro; solo così avrà diritto alla provvigione; – avere a sua disposizione un professionista in grado di condurre le trattative commerciali evitando inconvenienti tecnici e incomprensioni fin dal primo momento e non doverle affrontare a impegni presi.

Ai Mediatori: – di lavorare solo con incarichi in esclusiva e di collaborare con i colleghi Agenti per aumentare la possibilità di conclusione riducendo i tempi di vendita e dando un servizio professionale ai Clienti; – di usare il fattore collaborazione come una grossa opportunità spiegando ai Clienti gli esclusivi vantaggi che ne conseguono specialmente per loro.

Post correlati

La provvigione pagata all’agenzia immobiliare si può detrarre dal 730?

La provvigione pagata all'agenzia immobiliare può essere detratta dalla dichiarazione dei redditi. Vediamo come e per quanto.

Continua a leggere
di supporto

Che mutuo conviene: Fisso o variabile?

Guida al mutuo. Capire come scegliere il prodotto più adatto. Che mutuo conviene, Fisso o...

Continua a leggere
di supporto

APE : Attestato Prestazione Energetica. Cosa può succedere se si vende la casa con una Classe Energetica non corretta.

E' uscita una prima sentenza in merito, la n. 16644 della seconda sezione di Cassazione Penale di...

Continua a leggere
di supporto

Partecipa alla discussione