10:30 - 19:30

Lunedì - Venerdì

Via dell’Archivio di Stato, 15

00144 Roma

333.6476840

Confronta gli annunci

Interessi usurari sul mutuo o sul prestito: Quando non pagare gli interessi

Interessi usurari sul mutuo o sul prestito: Quando non pagare gli interessi

Interessi Usurari sul mutuo o sul prestito. Ulteriori sentenze emesse dai tribunali ordinari continuano a ribadire quanto già espresso dalla Cassazione e dalla Corte Costituzionale: se gli interessi applicati a un mutuo o a un prestito superano la soglia di usura il mutuatario (il debitore) è tenuto a restituire alla banca la sola quota capitale ricevuta.

Gli interessi corrispettivi e moratori

Ogni finanziamento è composto da una quota capitale, cioè quanto effettivamente prestato dalla banca al mutuatario e da una quota interessi che è il costo del mutuo.

Oltre a questo tipo di interessi, chiamati corrispettivi, ci sono altri interessi, definiti di mora, che scattano quando il debitore salta la rata e diventa quindi “moroso”.

Il tasso di usura – Interessi Usurari

Tanto gli interessi di mora che quelli corrispettivi non possono superare il limite dell’usura. Secondo la legge  sono interessi usurari quando i tassi applicati superano del 50% il tasso determinato con decreto del Ministero del Tesoro ogni tre mesi. Il tasso non è unico, ma varia a seconda del tipo di operazione con cui viene concesso il prestito (vedi Tabella).  Nel calcolo deglio interessi usurari bisogna considerare anche tutti quei costi che il cliente è tenuto a sostenere e che vanno dalla commissione di apertura, chiusura della pratica, assicurazione, costi di gestione, costi di incasso, etc.

Quando gli interessi applicati al mutuo o al prestito, anche quelli di mora, sono superiori agli interessi usurari, il mutuo o il prestito è illegittimo e il debitore è tenuto a restituire solo il capitale ricevuto in prestito.

Questa conseguenza per il finanziatore si applica anche nel caso in cui gli interessi moratori, pari agli interessi usurari, sono solo previsti dal contratto e ancora non applicati.

Post correlati

La provvigione pagata all’agenzia immobiliare si può detrarre dal 730?

La provvigione pagata all'agenzia immobiliare può essere detratta dalla dichiarazione dei redditi. Vediamo come e per quanto.

Continua a leggere
di supporto

Vendere l’usufrutto. Quando si può e come.

Vendere l'usufrutto è una ulteriore possibilità del proprietario di monetizzare il suo immobile...

Continua a leggere
di supporto

Adeguamento Istat per gli affitti. Diritti e doveri di inquilino e proprietario.

Adeguamento Istat per gli affitti: Cosa fare alla scadenza annuale del contratto se la richiesta...

Continua a leggere
di supporto

Partecipa alla discussione