10:30 - 19:30

Lunedì - Venerdì

Via dell’Archivio di Stato, 15

00144 Roma

333.6476840

Confronta gli annunci

Occupare la strada per parcheggiare è lecito?

Occupare la strada per parcheggiare è lecito?

Occupare la strada (che è suolo pubblico) per parcheggiare, con oggetti di vario genere a scopo personale è lecito? No di certo. L’occupazione della sede stradale è vietata dal codice della strada. 

Trovare il parcheggio è un’impresa sempre più complicata e ci vuole tanta pazienza, un fegato forte e un pizzico di fortuna. La mancanza di parcheggi, specialmente in centro città, alimenta la furbizia di “alcuni dritti” ed è comune vedere proprietari di negozi o di appartamenti che mettono sedie, cassette di frutta o altri oggetti al bordo della strada per riservarsi il parcheggio. Quali potrebbero essere le conseguenze di un simile comportamento? (ovviamente se ci fossero i dovuti controlli del territorio da parte degli organi preposti!).

Le sanzioni amministrative, ossia economiche.

L’ articolo 20 del codice della strada sancisce che sulle strade di tipo A), B), C) e D) è vietata ogni tipo di occupazione della sede stradale, con veicoli, baracche, tende e simili e sulle strade di tipo E) ed F) l’occupazione della carreggiata deve essere eventualmente autorizzata. La multa prevista in questi casi è il pagamento di una somma compresa tra 168 e 674 euro.

Le sanzioni penali.

L’occupazione della sede stradale, in alcuni casi, può comportare anche conseguenze importanti perché tale comportamento può essere anche penalmente rilevante.

L’articolo 633 del codice penale, punisce, a querela della persona offesa, “chiunque invade arbitrariamente terreni o edifici altrui, pubblici o privati, al fine di occuparli o di trarne altrimenti profitto”; chi commette il reato di invasione di terreni o edifici può subire la reclusione fino a due anni o la multa da 103 a 1.032 euro.

La condanna penale richiede però un qualcosa in più rispetto al semplice posizionare una sedia o una cassetta, sulla strada;  per poter rientrare nella casistica di cui all’articolo 633 c.p., chi agisce deve avere l’intenzione di realizzare un’occupazione che sia stabile (esempio: il proprietario di un appartamento o di  un negozio che mette sulla strada dei supporti fissi per riservarsi il parcheggio).

Post correlati

Vendere l’usufrutto. Quando si può e come.

Vendere l'usufrutto è una ulteriore possibilità del proprietario di monetizzare il suo immobile...

Continua a leggere
di supporto

Adeguamento Istat per gli affitti. Diritti e doveri di inquilino e proprietario.

Adeguamento Istat per gli affitti: Cosa fare alla scadenza annuale del contratto se la richiesta...

Continua a leggere
di supporto

Agevolazioni fiscali per il risparmio energetico. La guida dell’Agenzia delle Entrate.

Agevolazioni fiscali per il risparmio energetico é il titolo della nuova "Guida" pubblicata...

Continua a leggere
di supporto

Partecipa alla discussione